Skip links

Studiare con le Tecniche di Memoria – la tecnica dei BIGLIETTINI

Hai imparato le tue prime tecniche di memoria: sai come ricordare con estrema precisione delle liste di informazioni con il link method e con il palazzo della memoria, forse sai anche come memorizzare i numeri usando la conversione fonetica.

(se non fosse così hai molti articoli e video gratuiti che ti aspettano!) Inizia da qui.

Ma hai provato (o ti sei chiesto come fare) ad applicare queste tecniche nello studio con scarsi risultati.
Ed è normale che sia così.

Difficoltà

C’è una bella differenza tra saper memorizzare delle liste di informazioni, anche molto lunghe, anche stupendo le persone intorno a te e saper usare queste tecniche efficacemente quando stai studiando qualcosa di complicato.

Potresti esserti trovato/a in difficoltà sulla scelta di quale tecnica usare di volta in volta.
Oppure ti sei ritrovato/a a creare un’infinità di immagini e di palazzi della memoria per un singolo argomento capendo poi che sarebbe diventato insostenibile farlo per un intero libro o un intero esame finendo quindi per sprecare tempo invece di guadagnarlo.

scelta

La difficoltà principale quando si provano ad usare le tecniche di memoria nello studio è proprio quella di capire su quali informazioni vanno usate e quali invece non necessitano di alcuna tecnica.

Oggi sono qui per aiutarti a risolvere questo problema.

Errori

Capiamo innanzitutto quali sono gli errori più comuni.

  • Il primo è quello di usarle troppo presto ovvero prima di aver compreso ciò che stai studiando o proprio durante la fase di comprensione
  • il secondo è di usarle indistintamente su tutto: studiato un argomento provi a memorizzare ogni cosa, o quasi, usando le tecniche

Vediamo come evitare questi errori e cosa invece è giusto fare, che si tratti di scuola, di università, di apprendimento sul lavoro o di una passione personale.

La tecnica

C’è un semplice trucco per usarle correttamente:

far finta di voler copiare

Esatto, devi immedesimarti in uno studente che non conosce queste tecniche e che anzi, vuole tentare di copiare, di imbrogliare.

come copiare

Vediamo cosa significa.

Con la tecnologia e con gli esami online le cose sono diverse ma di base, quando uno studente vuole copiare, si prepara i famosi bigliettini.

I bigliettini e le tecniche di memoria

In questi bigliettini, essendo lo spazio limitato, c’è scritto il minimo indispensabile per poter poi essere in grado di ricavare tutto ciò che ci serve in modo che quella prova vada bene.

Ci saranno scritti termini complicati, date, liste, formule, dimostrazioni… tutto ciò che non siamo riusciti a far entrare nella nostra testa.

studiare con le tecniche di memoria
  • Quando si preparano questi bigliettini? Al termine dello studio
  • Cosa ci scriviamo? Il minimo indispensabile, dati difficili da ricordare

Bene, il trucco per applicare correttamente le tecniche nello studio è proprio racchiuso nelle due righe che vedi qui sopra.

I dettagli tecnici

Involontariamente nella preparazione dei bigliettini si va proprio a fare qualcosa di importante e necessario: selezionare i cosiddetti dettagli tecnici.

I dettagli tecnici sono le informazioni che non hanno a che fare con la comprensione, o che non possono essere interamente ricordati tramite essa. E, solitamente, sono quelle informazioni sulle quali dobbiamo usare le tecniche di memoria.

Seguendo questo procedimento, ovvero facendo finta di dover preparare dei bigliettini, siamo costretti a:

  • scremare gli argomenti, andando a selezionare solo le cose più importanti e difficili
  • comprendere tutto perché solo così capiremo quali sono le cose importanti e come fare buon uso di questi bigliettini
  • selezionare solo le cose che non ricordiamo al termine di queste fasi o che non siamo sicuri di poter ricordare come si deve

Facciamo lo stesso quando ci salviamo un promemoria, qualcosa da fare o una lista qualsiasi: scriviamo in modo sintetico e tramite parole chiave quello che dobbiamo ricordare.

Infatti questa tecnica può essere usata in tantissimi contesti come ad esempio degli speech o delle presentazioni in cui non vogliamo leggere in modo da far percepire maggiormente la nostra sicurezza e preparazione.

ricordare un discorso, le tecniche di memoria

Quindi, quando vuoi usare le tecniche di memoria nello studio, dopo aver compreso a fondo un argomento, prepara dei bigliettini, con su scritte le informazioni più difficili da ricordare.

Tecniche di memoria

Memorizzazione

Dopodiché andrai a memorizzare quei bigliettini, o quel singolo bigliettino se sei stato/a particolarmente bravo/a a riassumere, con le giuste tecniche.

Se si tratta di qualche semplice lista userai il link method, se le informazioni sono tante e strutturate in modo gerarchico userai il palazzo della memoria. Quando compaiono numeri userai la conversione fonetica e così via.

Alternativamente, può essere una buona idea passare da uno schema o una mappa perché ci aiuterà a rielaborare l’argomento e ad usare le tecniche con più facilità e consapevolezza.

Una volta fatto lo schema selezionerai al suo interno le informazioni su cui usare le tecniche, ovvero quelle che non ricordi già di tuo, magari semplicemente sottolineandole così da non dover creare un vero e proprio bigliettino aggiuntivo.

schemi studio

Naturalmente la quantità di queste informazioni dipenderà dal tipo di materia che stai affrontando.

Ci saranno casi in cui le tecniche avranno solo un ruolo marginale mentre ce ne saranno altri in cui la loro importanza sarà primaria, come avviene in molti esami di Diritto e di Medicina ad esempio. In questi casi è ancora più importante, per i tuoi risultati e per la tua salute mentale, conoscere le giuste tecniche e strategie.

Nel nostro videocorso Mnemonica c’è un modulo interamente dedicato all’applicazione delle tecniche nello studio. Ti spieghiamo come usarle per testi, poesie e articoli di codice, come memorizzare le formule (matematiche o chimiche), dei diagrammi o dei grafici, vocaboli di lingue straniere, figure e immagini complesse, date storiche…

E soprattutto facciamo un’infinità di esempi pratici e casi studio prendendo degli argomenti, anche molto diversi tra loro, da Anatomia a Storia passando per Fisica, e analizzando passo passo quali tecniche usare, quando e come.

Questo è uno dei tanti valori aggiunti del nostro corso: esempi, pratica e casi studio.
Cliccando qui puoi trovare la presentazione completa.

Spero di averti aiutato con questo articolo; fai qualche prova e vedrai che in breve tempo l’uso di questa strategia cambierà il tuo approccio all’uso delle tecniche nello studio.

Alla prossima,
Andrea

Tecniche di memoria

Leave a comment