Skip links

Diventare un Memory Athlete – Materiali Utili

Memory Athlete
Questo articolo è una raccolta di materiali utili destinata a chiunque sia interessato ai Memory Sports e abbia intenzione di entrare in questo mondo.

La prima parte sarà un’overview dei sistemi che si usano e delle risorse da cui attingere per impararli, nella seconda parleremo dei diversi tipi di gare e e delle associazioni che le gestiscono e infine vedremo che software e che strumenti usare per allenarsi.

Se ancora non conosci le tecniche di base ti consiglio allora di cliccare qui e di tornare su questo dopo averle imparate.

Iniziamo!

Risorse didattiche e overview dei sistemi

La base di tutto sono i numeri, molte delle prove si basano infatti sulla loro memorizzazione.

gare di memoria

Bisogna quindi avere un buon sistema per ricordarli. In genere si parte con il 2 digits system (ovvero il classico schedario a 2 cifre), per poi passare al P.A.O. (personaggio, azione, oggetto) (da non confondere quindi con la regola del P.A.V.) e infine al 3 digits system.

  • 2 digits: video sulla conversione fonetica, articolo sullo schedario mentale.
  • P.A.O.. Ancora devo realizzare un contenuto pubblico su questo sistema. Intanto ti lascio un video e un articolo su questa tecnica. Non sono totalmente in linea con ciò che insegno io ma il principio di base è quello. Il PAO può essere un ottimo metodo così come può non esserlo. Dipende tutto dalla scelta delle giuste immagini, in particolare delle azioni, che devono rispettare certe regole per essere davvero buone.
  • 3 digits system. Si tratta di un’estensione dello schedario mentale, questa volta però invece di avere 100 immagini ne avremo 1000: una per ogni tripletta da 000 a 999, sempre usando la conversione fonetica come base. Costruire questo sistema richiede tempo ma se si vuole diventare molto competitivi allora ne vale assolutamente la pena.

All’interno di Mnemonica – l’arte di ricordare abbiamo anche un nostro software nel quale inserendo un numero vengono date tutte le parole italiane che possono essere composte con quelle cifre, una svolta per costruire il 3 digits!

Passiamo ora alle carte. La progressione è la stessa, ma con i cosiddetti 2 cards-system al posto del 3 digits.

Atleta della memoria
  • Sistema base ovvero 1 card system (corrispondente al 2 digits system): ecco l’articolo, ed ecco un bel video a riguardo che ho realizzato insieme allo YouTouber Marcello Ascani.
  • P.A.O.: così come con il metodo base abbiamo usato le stesse immagini che avevamo nello schedario mentale dei numeri, faremo lo stesso anche in questo caso. Una volta che abbiamo il PAO per i numeri lo abbiamo automaticamente anche per le carte.
  • 2 cards system. Ecco una spiegazione del miglior 2 cards system. Non reputo questi sistemi migliori del P.A.O., li reputo diversi. Sono dell’idea che il PAO, se costruito in un determinato modo, possa essere equivalente, se non migliore dei 2 cards systems. Ma entrano in gioco anche preferenze personali: un metodo può funzionare bene per qualcuno ma non altrettanto per qualcun altro.
    Ne esistono 2 varianti principali: il Ben system composto da 2704 immagini (52×52) e una variante vantaggiosa nata con il nome di Shadow System (quella dell’articolo linkato) per poi essere più generalmente chiamata Block System composta da 1352 immagini (la metà del precedente).

Il metodo dei loci è ovviamente la tecnica che ci permetterà di ricordare le sequenze di tutte queste immagini e che viene usata in tutte le prove (ad eccezione di names e dates) ma se stai leggendo questo articolo suppongo tu lo sappia già.

Per la memorizzazione delle parole, delle immagini e dei nomi non servono dei sistemi specifici come con i numeri e le carte. Questo non significa però che non ci siano strategie avanzate per migliorare in queste prove!

E per i numeri binari quello che si fa è, prendendo 3 cifre alla volta, convertirli in numeri decimali per poi usare lo stesso sistema che si usa per i numeri normali. Ecco l’articolo in cui lo spiego bene.

Video e link utili

Ti lascio qui sotto delle live che ho fatto con Alessandro de Concini nel 2019 prima che vincessi i mondiali. Non sono quindi molto recenti e da allora sono cambiate molte cose (ancora non esisteva Mnemonica ad esempio) ma sono comunque estremamente utili, sia per chi è agli inizi, sia per chi è già avanzato.

In queste lunghe live scendiamo molto nel dettaglio sul funzionamento delle gare, delle tecniche che uso, della gestione dell’allenamento, della performance e molto altro.
Non si tratta quindi delle classiche interviste con domande generiche e poco tecniche: tutto il contrario!

Prima live, Settembre 2019
Ottobre 2019, live a seguito della vittoria al French Open e precedente alla vittoria di Europei e Mondiali
Dicembre 2019. Questa è meno tecnica rispetto alle precedenti e più incentrata sul racconto dei Campionati Mondiali ma comunque ricca di spunti utili

Procediamo con altre risorse utili:

  • Il sito Art of Memory. Qui puoi trovare molti materiali gratuiti e un forum annesso, dove puoi fare domande e ricevere risposte dai memory athletes di tutto il mondo, sei sei fortunato/a anche dai campioni. E all’interno di esso puoi vedere tutte le discussioni avvenute, le FAQs e cercare argomenti specifici. Da qui ho imparato molte delle cose che so, è la piattaforma sulle tecniche per eccellenza. Gli unici difetti sono che non c’è una precisa sequenzialità con cui procedere al suo interno e che alcuni materiali sono un po’ datati.
  • A questo link trovi il gruppo Facebook “World Memory Championships”. Viene usato per annunciare le gare, per comunicare avvenimenti importanti e anche semplicemente per fare domande e confrontarsi.

E qui sotto trovi alcune video interviste molto utili, seppur datate, fatte da Memory Athletes a Memory Athletes. Ascoltandole potrai trovare molti spunti per migliorare i tuoi allenamenti, le tue tecniche e scoprire di più su questo mondo e su alcuni dei suoi membri.

Update: ho trovato questo video in cui, in un pre-match di una sfida con Alex, ci vengono fatte delle domande tecniche.
Molto utile anche questo, andava aggiunto.

Siamo arrivati alla fine di questa sezione ma ancora non ti ho parlato del capitolo 6 di Mnemonica. All’interno del corso infatti, oltre a trattare l’applicazione delle tecniche nei suoi aspetti più richiesti come studio e vita quotidiana ho anche dedicato un intero modulo al mondo dei Memory Sports.

Nel modulo 6 “Le mnemotecniche avanzate e i Memory Sports” infatti spiego nel dettaglio tutte le tecniche che abbiamo visto sopra, come costruire al meglio questi sistemi, come gestire i loci, quali sono le migliori strategie di allenamento… tutto ciò che serve per diventare un Memory Athlete.

E c’è di più: sto creando il primo Team Italiano dei Memory Sports. È qualcosa che volevo fare da tempo e che sta finalmente prendendo forma; molti studenti di Mnemonica si sono appassionati a questo mondo e ho deciso di allenarli e continuare ad insegnare loro le strategie più avanzate.

Al momento siamo una decina, ci sentiamo giornalmente e una volta a settimana facciamo una call per discutere di come è andata la settimana di allenamento e per impostare il programma della successiva.

memory sports accademy

In futuro ho intenzione di rendere questo team qualcosa di più ufficiale, una vera e propria accademia dei Memory Sports e alla quale si possa accedere in maniera differente ma al momento il team è aperto solo agli studenti di Mnemonica.

Faccio tutto questo gratuitamente: al termine del corso chi è interessato può entrare; le uniche condizioni sono l’impegno e la determinazione.

Gare e associazioni

Iniziamo col dire che esistono due principali tipi di gare:

  • le gare nel formato tradizionale (10 prove, tutti contro tutti)
  • le gare nel formato Memory League (head to head)

Formato tradizionale

Le prime sono le vere e proprie gare di memoria ufficiali, strutturate in 10 discipline, i cui punteggi, sommati, portano alla formazione dell’overall score. Quest’ultimo determina a fine gara la classifica complessiva.

L’associazione principale che gestisce queste gare è l’International Association of Memory (IAM). Cliccando qui puoi andare sul sito ufficiale, dove troverai la programmazione delle gare (purtroppo ancora ferma per la pandemia), le news e la pagina con tutte le statistiche, i titoli degli atleti (Master, Grandmaster…) e i record (eccola qui).

International Association of Memory

P.S.: sono diverse le associazioni che si occupano di gestire le gare di memoria, in futuro magari farò un articolo per approfondire questo fatto. L’IAM però è di gran lunga la migliore.

Queste gare possono svolgersi in 3 diversi formati: nazionale, internazionale e mondiale. Ci sono sempre 10 prove, quello che cambia da un formato all’altro è la lunghezza di alcune di esse (5, le altre 5 hanno una durata fissa).

Ecco i tre diversi formati con le loro prove:

Nazionale:

  • 5-minute Numbers (2 tentativi)
  • 5-minute Binary
  • 5-minute Images
  • 5-minute Names
  • 5-minute Words
  • 5-minute Dates
  • 10-minute Cards
  • 15-minute Numbers
  • Spoken Numbers (3 tentativi)
  • Speedcards (2 tentativi)

Internazionale:

  • 5-minute Numbers (2 tentativi)
  • 30-minute Binary
  • 5-minute Images
  • 15-minute Names
  • 15-minute Words
  • 5-minute Dates
  • 30-minute Cards
  • 30-minute Numbers
  • Spoken Numbers (3 tentativi)
  • Speedcards (2 tentativi)

Mondiale:

  • 5-minute Numbers (2 tentativi)
  • 30-minute Binary
  • 5-minute Images
  • 15-minute Names
  • 15-minute Words
  • 5-minute Dates
  • Hour Cards
  • Hour Numbers
  • Spoken Numbers (3 tentativi)
  • Speedcards (2 tentativi)

Tutti questi tempi sono seguiti da un tempo di recall (in genere il doppio rispetto al tempo di memorizzazione e il triplo nel caso delle prove da 5 minuti).

Cliccando qui puoi scaricare un documento: l’IAM Rulebook. Al suo interno vengono spiegate le regole generali delle competizioni e il modo in cui vengono attribuiti i punteggi nelle prove.

Quest’ultima cosa è fondamentale! Nelle gare classiche, a differenza di Memory League, gli errori sono altamente penalizzanti, ed è quindi fondamentale capire bene come vanno ad influenzare il punteggio in modo da crearsi le giuste strategie ed ottimizzare la propria velocità di memorizzazione nelle varie prove.

Formato Memory League memory athlete

Veniamo ora alle gare nel formato Memory League.

Ecco il sito innanzitutto.

Memory League

Queste sono delle competizioni head to head, ovvero, invece che tutti contro tutti con l’obiettivo di massimizzare il proprio overall score come nelle gare classiche, qui devi battere un avversario.

Un’altra differenza importante è che, invece che essere fissato il tempo di memorizzazione come abbiamo visto prima, questa volta è la quantità di informazioni da memorizzare ad essere fissa. Il tempo è limitato ad un minuto seguito da 4 minuti di recall.

L’obiettivo è memorizzare più dati del tuo avversario (idealmente tutti) e, a parità di punteggio, essere più veloce.

Le discipline sono le seguenti:

  • Numbers (80 digits)
  • Cards (52)
  • Images (30)
  • Words (50)
  • Names (30)
  • Interational Names (30)

La maggior parte di questi tornei vengono fatti online e non sono del tutto ufficiali ma il mondo dei Memory Sports (soprattutto dal 2020) si sta muovendo nella direzione di renderli tali in una collaborazione tra l’IAM e Memory League.

Quest’anno ad esempio si sta svolgendo il Memory League World Tour 2021, composto da una serie di tornei per culminare nelle finali ed incoronare il Memory League World Champion.

Sul canale Twitch “MemorysportsTV” vengono fatte le dirette e i commentary di questi match.
Questo perché un’altra importante differenza tra i due formati è che i match Memory League sono piuttosto avvincenti da vedere.

Ti lascio qui sotto degli highlights di alcuni match importanti che ho fatto su Memory League.

Software per l’allenamento memory athlete

Ora veniamo ai programmi da usare per l’allenamento.

Ecco i migliori:

  • IAM Competition Software. Con questo software puoi allenarti in tutte le prove delle gare e anche fare memorizzazioni personalizzate con specifici tempi di memorizzazione, di recall e quantità di dati. È inoltre su questo stesso programma che si effettuano le gare IAM ed è quindi fondamentale averci familiarità e usarlo come strumento principale per i tuoi allenamenti.
  • Memory League. Ormai lo conosci. Software per le prove brevi, per le gare online in formato ML e per fare match contro persone provenienti da tutto il mondo e che sono online in quel momento.
  • Standard Memory. Sito utile nel caso tu voglia stampare i fogli di memorizzazione invece di usare il PC ma usato soprattutto per allenarsi nella prova “spoken numbers“, non presente nei due precedenti.
  • Memory Ladder. Questa è un’applicazione per smartphone. Non è completa ed è molto scomodo allenarsi dal telefono ma può tornare utile qualora non si abbia altra scelta. Può anche essere usata per spoken numbers, questo le fa guadagnare punti.

Strumenti fisici

Ti lascio anche il link di alcuni strumenti fisici che uso per allenarmi (dei miei preferiti ma esistono un’infinità di modelli di questi strumenti):

Film/Documentari

Infine ecco due documentari sul mondo delle gare:

  • Memory Games” su Netflix. In questo documentario quattro campioni di memoria (Johannes Mallow, Simon Reinhard, Nelson Dellis e Yanjaa Wintersoul) vengono seguiti in diverse gare nell’arco di quattro anni, raccontando le loro storie e molto altro. Fantastico, ho perso il conto di quante volte l’ho visto.
  • The Mentalists“. È un documentario molto vecchio (2007); mostra questo mondo ai suoi albori e da allora è completamente cambiato. Proprio per questo può essere interessante da vedere.
Memory Sports

Eccoci alla fine, arrivati a questo punto avrai tanto materiale su cui lavorare. Non ti fare però sovrastare da questa quantità o dalla lunghezza dei sistemi più avanzati: prenditi il tuo tempo per studiare tutto ciò, approfondirlo e soprattuto divertirti.
A piccoli passi si raggiungono grandi traguardi.

Spero che queste pagine, oltre che un aiuto pratico, possano anche essere un incentivo ad intraprendere questa strada, ne sarei davvero felice!

Ci vediamo presto ad una gara 😉
Andrea

Introduzione tecniche di memoria

Memory athlete Memory athlete Memory athlete Memory athlete Memory athlete Memory athlete

Leave a comment